Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Fotografia Polacca’ Category

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

«Non gl’immobili fantocci del Presepio; e nemmeno ombre in movimento. Non sono teatro le pellicole fotografiche che, elaborate una volta per sempre fuor dalla vista del pubblico, e definitivamente affidate a una macchina come quella del Cinema, potranno esser proiettate sopra uno schermo, tutte le volte che si vorrà, sempre identiche, inalterabili e insensibili alla presenza di chi le vedrà. Il Teatro vuole l’attore vivo, e che parla e che agisce scaldandosi al fiato del pubblico; vuole lo spettacolo senza la quarta parete, che ogni volta rinasce, rivive o rimuore fortificato dal consenso, o combattuto dalla ostilità, degli uditori partecipi, e in qualche modo collaboratori.»

(Silvio D’Amico, Storia del teatro)

La fotografia perviene all’arte attraverso il teatro.

(Roland Barthes, La Camera Chiara)


La particolare arte del rappresentare una storia tramite un testo o azioni sceniche è la recitazione, o arte drammatica che dir si voglia. A ben guardare, in molte lingue come nel francese (jouer), l’inglese (to play), il tedesco (spielen) e nelle lingue nordiche il verbo “recitare” coincide col verbo “giocare”. La serie fotografica Actors, eseguita dal fotografo polacco Adam Panczuk tra il 2005 e il 2006 è sicuramente molto legata a questo primario ed al contempo imprenscindibile assunto.

Come molte delle serie dell’autore anche questa mira a descrivere trasformazioni e tradizioni del territorio polacco. Panczuk è solito costruire i propri lavori fotografici come dei veri e propri saggi. In questo ricorda molto uno spirito, poi incarnato da molti, riconducibile abbastanza spontaneamente all’occhio cristallino di Paul Strand, dove l’approccio sociale alla realtà potrebbe essere definito documentaristico o neorealista, senza comunque privarsi dell’aspetto pittoresco e poetico nascosto dietro agli eventi. Si ha quasi la sensazione -osservando il lavoro di Panczuk  – che le storie di intere vite si siano prepotentemente intruse nel momento dello scatto. Questo confluisce al suo lavoro un aspetto totemico, quasi animalesco.

Gli scatti portano con sè il peso di alcune – ormai oggi scomode – riflessioni: sulla relazione tra esseri umani e natura, sul significato dell’umanità in relazione con la terra e le stagioni, sulla nascita di elementi inseparabili e sulla caducità.

Actors registra momenti delle performance di alcuni attori amatoriali della compagnia teatrale popolare Czeladonka che ha sede a Lubenka (città vicino al confine tra Polonia e Bielorussia). La compagnia è solita recitare scene basate su riti e tradizioni tramandate da generazioni. Gli attori sono principalmente contadini, i quali lavorano nei campi durante il giorno e solo alla sera dedicano del tempo alla recita. Spesso gli spettacoli sono rappresentati da intere famiglie, talvolta addirittura si arriva a portare sulla scena più di tre generazioni. Le recite si svolgono interamente all’aperto, in differenti parti della città. E’ il pubblico a seguire gli attori nei diversi luoghi mentre questi si muovono con il palco.

Se si guardano le foto che compongono la raccolta c’è subito una dualità che salta all’occhio. Da una parte, siamo investiti da un senso di stabilità, verrebbe quasi da dire di saldezza. E’ la storicità, l’impressione folgorante del peso della durata che trova la propria materializzazione nel frangente dello scatto. Una storicità incarnata dalla fermezza di volti pieni di valore morale. Dall’altra siamo invece investiti da una precarietà. Gli interi set degli spettacoli sembrano costruiti sul nulla, come se presto tutto fosse destinato a scomparire, ad essere spazzato via. E’ su questo equilibrio paradossale che queste fotografie riescono a colpire l’osservatore.

E lo fanno vincendo una scommessa. Quella che non vede l’istante opposto all’eternità, il teatro opposto alla fotografia. Lo fanno fermando un carosello precario in mezzo al niente e permettendogli di raccontare delle storie. Le loro.

Valerio Cappabianca

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Adam Panczuk, Actors, 2005/06

Read Full Post »